“Santuario della Madonna della Neve” di Agostino Fossati

Curiosità spezzine. Tutti noi conosciamo il dipinto denominato “Santuario della Madonna della Neve” del grande pittore spezzino Agostino Fossati.

Ora vedremo di analizzarlo meglio.

La parte centrale del dipinto e’ occupata dal torrente Lagora che divide in due parti tutta l’opera.

Sulla destra troviamo il lato absidale della Chiesa della Madonna della Neve con addossate alcune piccole case.

Sulla sinistra troviamo invece l’argine in pietra con gli olivi che secondo la tradizione fiorivano il giorno della festa, e precisamente il 5 agosto di ogni anno.

Sullo sfondo verso destra si eleva in lontananza ilCastello San Giorgio.

Il paesaggio, molto pacato, e’ ravvivato dalla presenza di un gruppetto di lavandaie di cui una in primo piano e’ intenta a lisciare i panni su una pietra all’interno della corrente della Lagora.

L’unico Tocco di colore e’ costituito proprio dal panno rosso che la lavandaia sta lavando.

Questa macchia e’ l’unica nota di colore “forte” nella tranquillità del dipinto.

Il messaggio che l’autore del dipinto voleva trasmettere e’ legato all’epidemia di colera che colpì la città nel 1884. Infatti questo modo di lavare gli indumenti facilito’ la diffusione dei mortali bacilli.

Tutte le opere del Fossati sono importantissime perché ci permettono di conoscere e di rivivere la città di una volta. Le sue opere sono come delle fotografie della vecchia Spezia.

santuario neve

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *